logoministero lit

Saluto di fine anno

Quest’anno, alla fine delle lezioni, non ci saranno spettacoli, recite, concerti, come è consuetudine del nostro liceo.
Non posso rivolgere il mio saluto direttamente a voi tutti in presenza.
Lo affido a queste poche parole scritte.

 

Cari studenti, quando è iniziato l’anno scolastico, con i suoi ritmi, le sue abitudini, le sue certezze, non avreste mai immaginato che da lì a pochi mesi la vostra vita sarebbe stata sconvolta da un evento straordinario, di portata storica.
Poi, all’improvviso, tutto è cambiato: attorno a voi e dentro di voi.
I momenti abituali della vita scolastica, gli incontri, l’aula, i banchi, la cattedra, i volti e le parole dei docenti, dei compagni di classe, dei collaboratori scolastici, l’intervallo di metà mattina, il suono inconfondibile della campanella, all’improvviso vi sono stati sottratti. Sono stati sostituiti da immagini e suoni “virtuali” e vi siete ritrovati catapultati in una dimensione nuova, inattesa, per certi versi sconcertante.
Avete dovuto affrontare ansie, preoccupazioni, limitazioni. Alcuni di voi hanno dovuto anche patire sofferenze profonde a causa dell’epidemia che ci ha investito.
Ma avete tenuto duro, vi siete distinti per compostezza e spirito di adattamento alle nuove condizioni. E questo deve essere per voi motivo di orgoglio.
Grande comprensione e collaborazione hanno dimostrato anche i vostri genitori. Hanno accompagnato e sostenuto quotidianamente il vostro percorso, soprattutto in questi ultimi difficili mesi. Si sono distinti per discrezione e delicatezza, dando prova di condivisione e apprezzamento per le scelte operate dalla nostra scuola.
Per voi, poi, cari rappresentanti degli studenti, il mandato di quest’anno è stato estremamente impegnativo. Avete svolto un ruolo molto importante nel tenere insieme, nel far sentire uniti gli studenti. Siete stati i miei interlocutori ogniqualvolta si è presentato qualche problema o quando si è trattato di interagire con gli studenti. Avete dato prova di grande maturità. Con le vostre iniziative che, seppur condizionate dalla distanza, hanno avuto sempre riscontri positivi, avete contribuito a far sentire tutti gli studenti più “vicini”.

Cari studenti di quinta, voi vi state preparando a un appuntamento importante.
Mai come quest’anno il percorso è stato travagliato. Nei primi mesi dell’anno avevate una prospettiva abbastanza chiara di ciò che sarebbe stato questo ultimo anno di corso e, con il trascorrere dei mesi, vi siete sempre più immersi nel clima dell’esame. Poi, come tutto intorno a voi, anche questo è cambiato.
Ma oggi siete pronti per affrontarlo.
La prova che vi attende richiede impegno e determinazione, attenzione e rigore.
Sarete esaminati dai vostri docenti, e questo deve essere per voi motivo di serenità.
Vi incoraggio a esprimere il meglio di voi e a valorizzare tutto il lavoro che avete svolto negli anni.
La situazione ambientale in cui l’esame si svolgerà non deve essere fonte di preoccupazione. Ho predisposto i locali della scuola per accogliervi nella massima sicurezza. Ho adottato tutte le misure necessarie per la vostra tranquillità.
A voi rivolgo il mio più affettuoso “in bocca al lupo”.

 

In un periodo come questo, incerto e minaccioso per tutti, non è stato facile garantire la continuità dell’azione didattica.
Voglio esprimere un grande ringraziamento ai docenti del liceo. Un ringraziamento per quanto hanno saputo mettere in atto in un momento di crisi così grave.
E’ stato un anno scolastico difficile.
L'impatto immediato con la realtà dell’emergenza, però, non li ha scoraggiati. Anzi, hanno dato vita a una vera e propria mobilitazione collettiva.
All’indomani dell’annuncio della sospensione delle attività, hanno accettato subito di cimentarsi con la didattica a distanza, per la quale non tutti avevano un'adeguata formazione, dando prova di grande professionalità, senso di responsabilità e creatività.
Lo hanno fatto con passione, entusiasmo e generosità, sperimentando e sostenendosi a vicenda per superare le difficoltà che via via si presentavano.
In questi mesi hanno svolto un grande lavoro.
Hanno saputo mantenere saldo il legame tra la scuola e voi studenti.
Con loro i miei collaboratori e l’animatore digitale hanno contribuito in modo decisivo a modulare e a coordinare le azioni della complessa macchina organizzativa che abbiamo approntato.
Insomma è stata una sfida per la nostra scuola, alla quale abbiamo cercato, come sempre, di rispondere con onestà e impegno.
Certo, non sono mancate le tensioni, lo stress, il lavoro per garantire l’organizzazione e i servizi di supporto, a fronte di una serie continua di difficoltà burocratiche e tecniche che tuttavia sono state risolte grazie all’incessante e prezioso lavoro della Direttrice dei servizi generali e amministrativi, delle segretarie, degli assistenti tecnici e dei collaboratori scolastici, che anche nei momenti di massima allerta si sono attivati per aprire la scuola e garantire l’espletamento dei servizi indifferibili.

Ringrazio tutti per aver contribuito con il loro lavoro, la loro competenza, la loro passione a diffondere un clima di collaborazione e solidarietà.
L'impegno profuso e il "senso di appartenenza" alla scuola generano una forza straordinaria, insostituibile non solo per costruire un comune percorso di crescita e di miglioramento, ma anche per fronteggiare e superare i momenti difficili.

Nella speranza di potervi riabbracciare a settembre, vi auguro un’estate serena.

IL DIRIGENTE      

Contatore visite

Oggi 1

Questa settimana 328

Questo mese 1064

Totale 515848

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online

Login docenti

Account
Please wait, authorizing ...
×