logorepubblica1

StemDays - il camp delle ragazze

stem

Laboratorio di progettazione in ambito scientifico-tecnologico per studentesse

Tre ragazze del Liceo Norberto Rosa, Camilla Zambenetti 4C, Alissa Rizzo 4C e Alice Mocellin 4A, hanno superato la selezione ed hanno partecipato al campus StemDays 2021 che si è svolto a Torino dal 21 giugno al 2 luglio 2021.

Il progetto era aperto soltanto alle ragazze (40 in totale, provenienti da tutta la provincia di Torino), con lo scopo di affrontare la disparità di genere molto presente nelle discipline scientifico-tecnologiche indicate con l’acronimo STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics).

Il campus ha portato alla realizzazione di quattro project work finalizzati all’applicazione di tecnologie digitali in ambiti diversi:

  • Air.duino : costruzione di un rilevatore della qualità dell’aria con scheda e sensori Arduino
  • BanzAI! : sviluppo di un personal assistant virtuale tramite Intelligenza Artificiale
  • Webby : realizzazione di un sito web in linguaggio Python per analizzare la musica in modo innovativo
  • ImPrinting : design e realizzazione di prototipi di oggetti con stampante 3D

Le ragazze hanno vissuto un’esperienza davvero unica, che ha permesso loro di ampliare la preparazione tecnologico-scientifica, coltivare relazioni di gruppo e favorire la propria crescita personale. Durante i primi giorni di attività hanno partecipato a laboratori riguardanti il team building, gli stereotipi di genere e l’informatica di base. Nei giorni successivi sono state divise in quattro gruppi per realizzare i progetti finali con il supporto di universitari del Politecnico di Torino.

Come le ragazze stesse riferiscono, “... dopo questi ultimi due anni, passati in gran parte in casa, è stato gratificante partecipare a questo progetto, grazie a cui abbiamo imparato molte cose nuove, ci siamo messe in gioco e abbiamo fatto nuove conoscenze.

Si è trattato molto bene l’argomento della disparità di genere (essendo tutte femmine, è molto sentito ed è stato l'elemento di unione del gruppo) e ciò ha permesso di creare un ambiente privo di pregiudizi, in cui ci siamo sentite ascoltate e libere di esprimere la nostra opinione. Per quanto riguarda le discipline STEM, abbiamo partecipato a lezioni interattive e molto stimolanti, soprattutto per chi non ha a che fare con queste materie a scuola.

Per chi fosse interessato e ne avesse la possibilità, vi incoraggiamo a candidarvi per il prossimo anno, perché sarà sicuramente un’esperienza indimenticabile! “

Rizzo Zambenetti Mocellin  Rizzo Zambenetti 4C 2